C'è una verità universalmente riconosciuta e valida in tutti gli ambiti della vita incluso ovviamente il lavoro di newborn photographer: LA LEGGE DI MURPHY.


Sto parlando ovviamente di quell' insieme di detti e di frasi ironiche e sarcastiche tendenti a spiegare gli eventi negativi, dalle catastrofi epocali alle disavventure quotidiane come, ad esempio, la caduta di una fetta di pane imburrata sulla moquette. La più importante di questa collezione di assiomi è la prima legge di Murphy, semplice e disarmante al tempo stesso: "Se qualcosa può andar male, lo farà".


QUI TROVI un'esilarante raccolta di quelle più ironiche.


La legge di Murphy me la porto dietro dal Liceo, e mi ricorda il famoso profesor Roi, fantastico quanto meticoloso e integerrimo professore di matematica e fisica (al liceo scientifico!!!!!) che non perdeva occasione di ripeterci quanto fosse importante studiare per evitare che appunto la LEGGE DI MURPHY si avverasse nell'esito dei nostri compiti.


Lungi dal mortificarmi o da farmi desistere dai miei obiettivi la legge di Murphy contribuisce a rendere più leggere le piccole sfighette quotidiane, ma c'è un momento nella fase del mio lavoro in cui si verifica MATEMATICAMENTE, con statistica 100% positiva: ossia quando arrivano i genitori in studio al giorno del servizio newborn con il pargoletto meravigliosamente addormentato nel suo ovetto.


I genitori hanno seguito alla lettera tutti i miei consigli per arrivare perfetti a quel momento: allattamento appena prima di partire: cambio di pannolino, mangiare leggeri il giorno prima e tutti i piccoli e grandi stratagemmi che negli anni ho imparato a suggerire loro per favorire l'arrivo sereno del bimbo in studio e permettermi di cominciare a scattare quasi subito.


Ed è in quel momento: quando mi consegnano l'ovetto con il bene più prezioso che hanno, con tutto il carico di aspettative e speranze che il servizio newborn porta con sè che alcuni genitori ignari della legge di Murphy pronunciano la fatidica frase:

"L'E' BON COME EL PAN" (è buono come il pane!).


Ecco quando mi viene detta questa frase prima di cominciare a scattare so già che sessione sarà!

Sono quasi certa che il bimbo buonissimo si sveglierà, sarà buonissimo ma con gli occhi aperti, magari curioso, magari faticherà poi a rilassarsi rendendo complicato lo svolgersi del servizio e questa cosa è MATEMATICA dopo la fatidica frase :D


Non importa, le vostre foto verranno stupende, meravigliose, bellissime, perchè se c'è una cosa che non mi manca è la pazienza e so benissimo che prima o poi il bimbo dormirà, sono altrettanto certa di riuscire a regalarvi immagini meravigliose come questa anche se mi direte la fatidica frase perchè conosco bene tutte le tecniche di rilassamento che si applicano in sessione e prima o poi riusciremo a fare le pose perfette che la newborn photogtaphy vuole.





Ma ecco volevo dirvi che come ultimo consiglio, tra tutti i 5/6 che vi verranno dati in fase di preparazione della sessione mi sento di dirvi questo: NON PRONUNCIATE MAI QUESTA FRASE!!

Lo diremo poi tutti insieme alla fine della sessione!


Vi abbraccio ironicamente, Valeria





75 visualizzazioniScrivi un commento

Adesso hai l'opportunità di celebrare la tua maternità con immagini semplici ed eleganti, senza bisogno di cadere nella retorica del bacio pancia, ciucci e scarpette fiocchi in desaturazione parziale.


Cara mamma, in questo blog ho dedicato molti articoli a te per farti capire l'importanza di fermare nel tempo con immagini non banali il momento magico che stai vivendo.

Lavoro da molti anni in questo campo e oggi posso dire che l'esperienza che vado a proporre a chi decide di affidare a me i suoi ricordi è una vera e propria CELEBRAZIONE della maternità.


Lontana anni luce dal mostrarti quelle immagini edulcorate fatte di scarpette sulla pancia e mani a cuore sul pancione, che non rispettano più la mia visione di questo momento sacro ed ancestrale che stai vivendo, la mia ricerca va verso un linguaggio più potente fatto di studio sulle PURE FORME, CONTRASTI, LUCE ed ESPRESSIVITA'.


Il risultato è tutto rinchiuso in immagini di questo tipo, in cui la maternità esplode con la potenza di uno sguardo, con la ricerca di una silhouette, potente, raffinata, finita in sé stessa,

Senza bisogno di orpelli o aggeggi inutili a sottolinearne la perfezione.





Le foto di coppia, che non mancano mai durante il servizio puntano a far emergere una maturata consapevolezza, non più una sdolcinata impostazione.



Nel riguardare le ultime gallerie scattate non posso non pensare a tutta la strada fatta fin qui nel processo di elaborazione del linguaggio fotografico. Non parlo di tecnica bensì di messaggio: cosa voglio esprimere con questa fotografia? qual'è la mia idea di maternità e come questa si relaziona con il soggetto? E tutta questa ricerca fa parte di un lavoro incessante che vado a fare non solo verso l'esterno, ma soprattutto in me stessa, ponendomi continuamente domande, cercando di cogliere con empatia i tratti caratteristici delle mamme con cui lavoro per far emergere l'essenza della loro personalità in un ritratto.




Il mio carattere inquieto mi porta a non volermi fermare a formulette viste e riviste proponendo ad ogni servizio schemi sempre uguali, ho bisogno di fare ricerca per riuscire ad affinare al contempo tecnica e contenuto, linguaggio e messaggio.


Perciò mamma se pensi che le classiche foto BACIOPANCIACONVESTITODIPIZZOBIANCO non siano quelle che più ti rappresentano chiamami, sarò felice di accoglierti in studio per progettare insieme una sessione che possa davvero celebrare la forza della tua maternità.


Ti abbraccio, Valeria

51 visualizzazioniScrivi un commento

Aggiornato il: mar 12

La famiglia non è solo il luogo degli affetti anche se già questo sarebbe sufficiente per volerne bloccare il ricordo attraverso un ritratto professionale.


Ma no, la famiglia rappresenta il tuo posto nel mondo. La base su cui hai costruito la tua altezza come persona.


E' il luogo in cui sei cresciuto, facendo tesoro dei suoi insegnamenti, e portando avanti le piccole e grandi tradizioni che la caratterizzano, tenendo nel cuore i piccoli grandi segreti che legano i suoi membri.

Con le incomprensioni e le liti ma anche con la risoluzione dei problemi e il rafforzamento del vostro legame.


La famiglia è un po' il perno su cui si basa la tua individualità.


STORIE DI FAMIGLIA E' UN SERVIZIO D'ALTRI TEMPI, che ha uno scopo ben preciso che è poi lo scopo ultimo e più alto del lavoro del fotografo di famiglia: LA MEMORIA


E come in altri tempi succedeva questo servizio punta a regalarti l'immagine che resterà appesa a casa vostra in salotto per tutti gli anni a venire, ricordandoti per sempre quali sono le tue origini, da dove vieni, il tuo punto fisso nell'universo.





Lontano 1000 chilometri dalle logiche troppo veloci della condivisione sui social, che fagocitano immagini alla velocità della luce per un pugno di like, io come professionista ho scelto il valore eterno di una stampa di qualità, un'oggetto fisico, materiale, prezioso e soprattutto DURATURO come modo di consegnare il mio lavoro. Lo ritengo un compito importantissimo, quello dell'educazione alla stampa, chi mi segue da un po' sa che è parte integrante della mia filosofia di lavoro, per questo motivo anche STORIE DI FAMIGLIA sarà corredato da una stampa di qualità che potrete appendere in casa e resterà intatta per generazioni.


Le sessioni si svolgeranno in studio ed è importante che sia coinvolta tutta la vostra famiglia allargata, con nonni, zii, cugini e perchè no, anche il vostro amico peloso ove sia possibile. Concorderemo il numero massimo di persone da fotografare nello stesso gruppo.





In definitiva questa sessione punta a darvi un documento preziosissimo ed è indicato per persone di qualsiasi età

Vi verrà fornita una GUIDA ALL'OUTFIT per arrivare all'appuntamento mostrando la parte migliore di voi!


So che probabilmente papà, nonni e zii maschi potranno essere in prima battuta riluttanti a questo tipo di esperienza, ma fate loro una domanda: fra 20 anni quando tuo figlio riguarderà questa immagine preferisce esserci o non esserci? ESSERCI PER SEMPRE O MANCARE PER SEMPRE?...


Stiamo progettando la fotografia più importante nella storia della vostra famiglia e no, non potrà essere equiparabile a quella che ti fai da solo con il telefonino. Non è equiparabile neanche a quella che ti fa il fotografo al matrimonio del tuo amico, la nostra sarà una sessione speciale, studiata su misura per la tua realtà.





QUINDI IL MIO CONSIGLIO E' SIATECI!

Se non lo fai per te stesso fallo per il nonno, che magari è impossibilitato a venire (ma se può venire portalo, ti prego!!), pensa che valore può assumere questo documento per una persona di una certa età, ma anche per il più piccolo dei nipoti che troverà sempre in quell'immagine il suo punto di riferimento, la sua stella polare.


La sessione comprende oltre alla foto di gruppo tutte le foto relative alle singole famiglie e ai suoi sottogruppi :cugini, fratelli, nonni e nipoti.


Il risultato? Un'esperienza fantastica, che ti ricorderà per sempre il vostro legame più profondo, i vostri piccoli segreti e le vostre particolari tradizioni... la vostra STORIA DI FAMIGLIA!


GUARDA IL VIDEO DI BACKSTAGE SUL MIO CANALE YOUTUBE


SCOPRI QUI I 10 CONSIGLI PER ARRIVARE PREPARTI ALLA VOSTRA STORIA DI FAMIGLIA:

Grafica realizzata in collaborazione con Elena di Babysits 

https://www.babysits.it



57 visualizzazioniScrivi un commento

P.iva 04174890246

  • Facebook Grunge
Privacy Policy