L'impatto della maternità nella mia vita lavorativa

Quando sono diventata mamma fotografavo già per lavoro, facevo foto ai matrimoni e anche servizi in studio con i bambini.

Ma quando sono rimasta incinta giorno dopo giorno, settimana dopo settimana ho cominciato ad avvicinarmi al mondo della fotografia newborn.

Tante volte mi sono chiesta il perchè: avrei potuto continuare a fare semplicemente quello che facevo, magari avvicinarmi alla fotografia aziendale... Invece no.

E' stato tutto più forte di me. Volevo assolutamente fermare ogni istante della vita della piccola creatura che stava per nascere, così mi sono messa a studiare.

4 anni fa, facciamo anche 5 contando i 9 mesi di gravidanza, non c'era niente di tutto quello che c'è adesso per chi vuole cominciare ad approfondire questo magico mondo.

Studiavo i video di Kelly Brown e di Ana Brandt su youtube o su Creative live, ma nessuno faceva workshop o mentoring specifici sulla fotografia newborn.

Mi sono subito resa conto che è un mondo a sè stante, molto specifico e molto difficile.

Ci vuole tanta pratica, tanta pazienza, tanta empatia con questi esserini di soli pochi giorni.

Quando sono arrivata a casa dall'ospedale con la Margherita in braccio avevo già tutto pronto per le foto e abbiamo cominciato a conoscerci così, tra una poppata e uno scatto, tra un bagnetto e le prime pose.

Pur sapendo che il periodo migliore per le foto newborn erano i primissimi giorni l'ho fotografata in stile newborn per almeno 3 mesi... Lo facevo tutti i giorni, faceva parte del miracolo che mi stava succedendo e la fotografia, ancora una volta, era lì con me, insieme a questa nuova creatura che stringevo tra le braccia.

La maternità per me è stata un fonte infinita di ispirazione e di emozione e tutto questo ha arricchito la mia curiosità in ambito lavorativo, mi ha portato a studiare ancora, a mettermi in gioco proponendo servizi che qui non erano mai stati proposti e facendomi crescere, da tutti i punti di vista.

E ringrazio infinitamente tutti i clienti che mi hanno chiesto questo tipo di servizio fidandosi delle mie competenze perchè ogni neonato che fotografo è un grandissimo momento di crescita e ancora oggi ogni volta che prendo in braccio un bimbo di pochi giorni rivivo le primissime emozioni che ho vissuto 4 anni fa... fino alle lacrime.

Vi lascio con una delle primissime foto newborn fatte alla Margherita, nella prossima puntata parlerò della Zoe.

E voi? Come avete vissuto i primi mesi di maternità? Siete riuscite a conciliare maternità e lavoro?

Aspetto le vostre esperienze, Vi abbraccio mamme.



0 visualizzazioni

P.iva 04174890246

  • Facebook Grunge
Privacy Policy